Triei

Triei è fra i paesi più suggestivi per la sua natura selvaggia; l’uso del territorio è andato di pari passo con la sua protezione: una simbiosi perfetta tra attività umana ed ambiente. Il paese è circondato da boschi di lecci, sugherete, carrubi, olivastri e dalla macchia mediterranea ospitanti una fauna varia. In primavera le colline si vestono del giallo intenso dei fiori di ginestra, infatti il suo nome deriva da “Trieu” toponimo nuragico che significa luogo ricco di ginestre.

Il paese è dominato dalla Chiesa dei Santi Cosimo e Damiano; interessanti gli affreschi risalenti al ‘300. Il patrimonio agricolo è costituito principalmente dalla coltivazione di vitigni, si producono vini eccellenti e rinomati sin dal 1700 e distillati (“filu’e ferru”). Costituisce tradizione locale anche l’apicoltura dalla quale si ottengono varie qualità di miele, raro e pregiato è quello amaro, ottenuto da fiori di corbezzolo. Della frazione di Triei, Ardali, si ricorda la leggenda secondo la quale l’odierno piccolo centro fu una città ricca e popolosa.
Feste e sagre
Gennaio: Festa di S. Antonio Abate
Maggio: Festa di S. Sebastiano
Agosto: Festa di S. Antonio di Mullò
Settembre: Festa S. S. Cosma e Damiano

I commenti sono chiusi